Stampa

Crotto da Gusto Crotto da Gusto Hot

Crotto da Gusto

Indirizzo

Via / piazza
località Monti di Gottro
Città
Carlazzo
Regione
Lombardia
Provincia
Como

Informazioni

Giorno di chiusura
aperto da aprile a novembre, chiuso il martedì
Orari
mezzogiorno e sera
Coperti
120
Prezzi
25-30 €
Carte di credito
No

Contatti

Telefono
0344-70040

Image Gallery

Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto
Crotto da Gusto

Map

Alterna origine/destinazione

Opinione autore

Crotto da Gusto 2012-05-21 22:32:30 Locuste
Voto medio 
 
9.5
Qualità 
 
9.5
Quantità 
 
10.0
Servizio 
 
9.0
Prezzo 
 
9.5
Opinione inserita da Locuste    21 Mag, 2012
Ultimo aggiornamento: 07 Novembre, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Recensione

Data di visita
Novembre 04, 2017
Recensione
Trovarlo non è certo facile. Infatti al crotto di Gusto arrivano solo gli aficionados, i (pochi) abitanti della zona che comprende una decina di paesini montani uniti nel comune di Grandola, e naturalmente le Locuste.
Come spesso accade, però, vale la pena di affrontare le strette curve e le stradine dissestate che separano il crotto dal paese di Naggio e più ancora dalla strada principale che costeggia il lago. Ne vale la pena perché la possibilità di gustare una cucina davvero casereccia e genuina, senza influssi esterni, è difficilmente replicabile in altri luoghi. Il piccolo aumento di prezzo fatto registrare negli anni (dagli originali 20 a 26 euro, fino a raggiungere i 30 in casi estremi) non incide minimamente sull'impareggiabile convenienza dell'offerta, considerando la quantità praticamente illimitata di cibi e bevande a disposizione.

L'isolamento, insomma, porta a conservare le tradizioni. Dunque è tradizionale l'aspetto del ristorante (classica trattoria a gestione familiare), il menu servito in tavola, e tradizionale è anche l'abbondanza di cibi e vini, per riscaldare i clienti nelle fredde giornate montane. Si comincia con antipasti a base di salumi (ottima la pancetta) e di cotechino e polenta, poi, a seconda della giornata, si può avere la fortuna di gustare un primo delizioso: dalle caserecce tagliatelle alla graditissima novità dei pizzoccheri nella ricetta più classica con patate e speck, fino ai superbi cannelloni, serviti con lo stesso condimento della polenta (solo su prenotazione). Tutto questo fa da cospicua introduzione al piatto forte, vera istituzione del locale: la polenta oncia, generosissima porzione di polenta in tegame condita con quantità industriali di burro e formaggio.

Se si ha la forza di continuare, da non perdere anche il secondo a base di carne: brasato, pollo e coniglio in umido, ma secondo disponibilità anche cacciagione, come il cinghiale in umido - da non perdere - le ottime quaglie o addirittura fagiano e cervo. Infine, non possono mancare i formaggi della casa (serviti anche con accompagnamento di miele) e la buonissima crostata, che finisce per creare qualche problema anche agli stomaci più allenati. Il pasto va quindi, obbligatoriamente, chiuso con un'abbondante dose di grappa o con uno degli amari locali. Recentemente a rifinire il tutto è arrivata anche qualche "chicca" come la grappa stravecchia o la deliziosa uva sotto spirito, e persino il vino, sempre rigorosamente Barbera, è cresciuto di qualità. Da tenere in conto una permanenza in tavola di almeno due ore e una pausa altrettanto lunga per riprendere le forze in vista del ritorno a valle. D'estate, ci si può sdraiare sull'ampio prato davanti al crotto e godere del totale silenzio dei monti.

NOTA:
Gusto, fondatore e proprietario del Crotto, è scomparso nel maggio del 2005. Lo ricordiamo con grande affetto.
Nel suo ristorante, da sempre meta prediletta delle nostre escursioni e in testa a tutte le nostre classifiche, era riuscito a infondere un po' del buonumore e della voglia di vivere che lo hanno accompagnato fino all'ultimo giorno, oltre all'arte culinaria che ci ha fatto innamorare.
Un mese prima della scomparsa, ci aveva accolto nel suo crotto fra i monti comaschi e aveva ospitato la nostra più bella e affollata riunione: il ricordo che ha lasciato a tutti noi non sarebbe potuto essere migliore.
Lo salutiamo senza lacrime, facendo le più sincere condoglianze alla famiglia e a chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.
Nella speranza che la vita sia solo una breve parentesi tra una teglia di polenta e l'altra.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

Ricerca rapida

Regione
Provincia

Login Form

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits - Nota legale