Agriturismo Monte Istulargiu Agriturismo Monte Istulargiu

Agriturismo Monte Istulargiu

Indirizzo

Via / piazza
località Monte Istulargiu
Città
Valledoria
Regione
Sardegna
Provincia
Sassari

Informazioni

Giorno di chiusura
nessuno
Orari
sera, sabato e domenica anche mezzogiorno
Coperti
150+50 esterni
Prezzi
25-30 €
Carte di credito
Note
Prenotazione consigliata

Contatti

Telefono
348-7240479
Telefono alternativo
349-6485648
E-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Image Gallery

Agriturismo Monte Istulargiu
Agriturismo Monte Istulargiu
Agriturismo Monte Istulargiu
Agriturismo Monte Istulargiu
Agriturismo Monte Istulargiu
Agriturismo Monte Istulargiu

Opinione autore

Agriturismo Monte Istulargiu 2020-08-28 10:40:21 Locuste
Voto medio 
 
7.9
Qualità 
 
8.0
Quantità 
 
9.0
Servizio 
 
7.5
Prezzo 
 
7.0
Opinione inserita da Locuste    28 Agosto, 2020
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Recensione

Data di visita
Agosto 09, 2020
Recensione
Quando si percorre la strada a scorrimento veloce (purtroppo mai completata) che da Porto Torres si allunga verso Nord-Est alle spalle di Castelsardo, probabilmente ci si trova nel punto della Sardegna meno celebrato dai dépliant turistici e meno soggetto alle "invasioni" turistiche. Ma questo non significa che si debba fare a meno dei capisaldi di una vacanza sull'isola: mare, sole, vento e... cene in agriturismo. La formula che ha preso piede in tutta l'isola, basata sui piatti tipici della Barbagia, funziona alla grande anche a Valledoria: basta un chilometro di strada sterrata per arrivare in cima alla collina dove la famiglia Cugusi, proveniente da Fonni, ha creato il suo ristorante, che è anche un residence con camere e appartamenti e un'azienda agricola. Negli anni l'agriturismo si è trasformato in una frequentatissima "fabbrica di coperti" con decine di posti a sedere, ma lo straordinario panorama su tutta la costa Nord, l'atmosfera tranquilla e familiare, i prezzi bassi e - soprattutto - i porcetti che sfrigolano sullo spiedo fanno dimenticare qualche concessione al turismo.

Come per tutti i ristoranti di questo tipo, il menu è fisso e praticamente immutabile, anche se rispetto ai classici della cucina barbaricina qualche piccola variazione "locale" c'è. La più evidente è la presenza della zuppa gallurese, tipico e gustosissimo piatto del Nord-Est dell'isola a base di pane imbevuto di brodo di pecora e formaggio. Prima di arrivare a questo, però, bisogna passare dalle piacevolissime forche caudine di innumerevoli antipasti: salumi (pancetta, crudo, coppa, lonzino e l'immancabile salsiccia), pecorino con fichi e olive, zucchine alla menta e melanzane, ma soprattutto la deliziosa crema di formaggio spalmabile accompagnata da pane carasau nero (con carbone vegetale). Il vino della casa, un rosso più che discreto, scorre a fiumi già in questa fase.

Per i primi c'è da aspettare un po' - i tempi del servizio non sono sempre impeccabili - ma ne vale decisamente la pena: oltre alla zuppa compaiono anche gli attesissimi malloreddus con sugo di carne, impeccabili per consistenza e cottura. E a richiesta sono sempre disponibili i bis. Come secondo la pecora bollita, tanto tenera da non sembrare quasi carne ovina, fa da entrée per il piatto forte: il porcetto arrosto, perfetto per aroma e cottura, anche se forse penalizzato da una cotenna non troppo croccante. La cucina però ha ancora qualcosa da regalare, e lo fa con il dolce: le originali seadas alla marmellata di Cannonau, da provare. Mirto e caffè non incidono sul generosissimo conto finale (30 euro a persona, quasi un miracolo!) che rende l'agriturismo ideale per una panoramica "a volo d'uccello" sulla cucina sarda, senza sbavature e con qualche sorpresa.
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

Ricerca rapida

Regione
Provincia

Login Form

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits - Nota legale