Dettagli Recensione

 
Crotto Quartino
 
Crotto Quartino 2016-07-24 18:47:01 Locuste
Voto medio 
 
7.8
Qualità 
 
7.5
Quantità 
 
8.0
Servizio 
 
7.0
Prezzo 
 
8.5
Opinione inserita da Locuste    24 Luglio, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Recensione

Data di visita
Luglio 19, 2016
Recensione
Chiunque sia mai passato dalla Valchiavenna ha sentito parlare dei crotti, anfratti naturali scavati nella roccia in cui spira il "sorèl", una corrente di aria fredda che li trasforma, di fatto, in veri e propri frigoriferi (al loro interno c'è una temperatura costante di 8 gradi). Da sempre usati per conservare salumi, formaggi e altri cibi, nel secolo scorso alcuni crotti sono stati adibiti a ristoranti e taverne, mentre altri sono rimasti privati (e vengono aperti al pubblico in occasione della famosa Sagra dei Crotti). Il Crotto Quartino, immerso nelle montagne a poche centinaia di metri dall'abitato di Piuro, è uno dei più antichi - è attivo dal 1930 - ma è stato recentemente modernizzato dai giovani gestori, conquistando nuova clientela grazie ai menu degustazione, ai prezzi invitanti e a una presenza importante sul web e sui social.

L'ambiente è rustico e accogliente: d'estate si mangia all'esterno, su tavoloni in legno con tovaglie di carta, d'inverno al piano superiore del crotto, dove si possono anche acquistare liquori e prodotti tipici. Come in tutti i crotti della zona, il menu è praticamente fisso: può convenire quindi optare per uno dei due menu degustazione a 20 o 25 euro (più 5 euro per le bevande). La carta ha comunque prezzi molto vantaggiosi, a cominciare dai salumi (6 euro), tra cui spicca ovviamente la bresaola, e dai formaggi (3 euro). Una particolarità del Quartino è la disponibilità degli sciatt, frittelline di grano ripiene di formaggio tipiche della Valtellina, che nella zona di Chiavenna solitamente sono disponibili solo su ordinazione: vale la pena di approfittarne.

Il piatto forte arriva naturalmente con i pizzoccheri, quelli bianchi della Valchiavenna, letteralmente affogati nel burro e mantecati con formaggio, salvia e aglio: le porzioni sono più che abbondanti e il prezzo è di soli 7 euro. Per secondo si vira decisamente sulla carne: classiche costine alla piota (lastra di pietra ollare), controfiletto di manzo o salsiccette, tutto accompagnato da polenta taragna (con formaggio e burro) e verdure alla piota. Dolci molto interessanti: ai biscottini di Prosto, naturalmente a base di burro, e alla focaccia Fioretto al profumo di anice si aggiunge il gelato artigianale al fiordilatte, vera "bomba" calorica, da provare con amaro Braulio o con granella di biscotti. Più che discreto il vino della casa, da segnalare le serate del giovedì dedicate alla degustazione dei migliori vini valtellinesi. Per chiudere il pasto, non può mancare un bicchierino del delicato digestivo al limone e salvia, frutto di una ricetta segretissima!
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Powered by JReviews

Ricerca rapida

Regione
Provincia

Classifica

Login Form

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits - Nota legale