Dettagli Recensione

 
Ristorante eritreo Dahlak Bar
 
Ristorante eritreo Dahlak Bar 2012-05-18 22:01:10 Locuste
Voto medio 
 
6.9
Qualità 
 
7.0
Quantità 
 
6.0
Servizio 
 
5.0
Prezzo 
 
9.5
Opinione inserita da Locuste    18 Mag, 2012
Ultimo aggiornamento: 18 Mag, 2012
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Recensione

Data di visita
Gennaio 31, 2007
Recensione
ATTENZIONE: Ci viene segnalato che dopo la nostra visita il ristorante ha cambiato nome e gestione. Le caratteristiche del locale potrebbero essere mutate.

A una prima occhiata, neppure troppo distratta, non sembra neppure un ristorante, e si tratta infatti di un semplice bar con qualche tavolo annesso. Nemmeno la zona è delle migliori: siamo a poca distanza dal centro città, ma già in piena periferia, più o meno degradata, certamente poco raccomandabile nelle ore serali. Eppure, a dispetto di questi handicap, l'indiscutibile vocazione imprenditoriale del proprietario Fitui e la cucina di Abeba fanno del Dahlak Bar una tappa interessante e gradita alla scoperta di nuove cucine. Certo, l'ambiente è forse troppo spartano persino per le Locuste più incallite; la cucina eritrea però si fa rispettare, a patto di avere una buona tolleranza al piccante, e il prezzo è davvero abbordabile. Avvertenza: per cenare è necessario prenotare.

Si comincia con un minimo antipasto, giusto per farsi la bocca: è il sambusa, una frittellina di carne e di porro. Ma si fa subito sul serio con il cous cous ai ceci, servito con accompagnamento di ottime verdure bollite e soprattutto di harissa, la salsa piccante che è comunque soltanto una tenue anticipazione di quanto verrà dopo. Le bevande? I puristi storceranno il naso, ma il vino rosso italiano regge tutto sommato l'inconsueto abbinamento: da evitare però il Montepulciano d'Abruzzo, piuttosto scadente. Decisamente meglio un robusto Barbera.

Il piatto forte è lo zighinì, specialità principe della cucina eritrea: grossi dischi di pane sottile e spugnoso sul quale si dispongono, a piacere, passato di ceci, verdure, pesce, carne in salsa piccante e yogurt (per temperare la "potenza" d quest'ultima). Il tutto servito su un piatto girevole dal quale si "pesca" a turno, se gli altri commensali lo consentono... Si consiglia, nell'assaggio, di seguire l'ordine indicato, perché l'escalation dei sapori è alquanto rapida e impegnativa.
Il pasto si chiude poi con la torta al cocco della casa; il caffé si può saltare senza rimpianti, vale la pena invece di assaggiare lo zabib, liquore all'anice fatto arrivare direttamente da Asmara.
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Powered by JReviews

Ricerca rapida

Regione
Provincia

Classifica

Login Form

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits - Nota legale